How to get the best view of NY FOR FREE

in Viaggi

Questo articolo è politically incorrect, ma ho deciso di iniziare a condividere i segreti per sopravvivere a questa città senza svenarsi. New York è una città cara, non c’è nulla da fare. Conta che trovare una stanza a Manhattan per $1300 vuol dire tipo trovare una super bazza. Cioè, 1300 cazzo di dollari per 9 metri quadrati in una casa vecchia, magari con altre 4 persone e solo un bagno, senza ascensore e la lavanderia a gettoni a 5 isolati di distanza. Il lordone di turno che si lava una volta a settimana normalmente è incluso nel pacchetto. Roba che a pensarci dici che siamo tutti pazzi, in Italia con 1300 euro al mese vivi da signore. Ma qua le cose stanno così, volente o nolente. Il costo della vita va su, la qualità va giù. E allora, visto che ogni mese ti parte il portafoglio solo per sopravvivere, ovvero affitto, spesa e metro card da $116 dollari al mese (a Milano costa €19..) bisogna che uno si ingegni per RISPARMIARE SENZA RINUNCIARE. Io ho una mia filosofia di vita che porto avanti in qualsiasi cosa faccia, e per cui purtroppo le mie amiche mi danno sempre della tirchia: se c’è un modo di fare una cosa e spendere meno per farla, io quel modo lo trovo. Che secondo me è ben diverso dall’essere tirchi, perché i tirchi le cose non le fanno, mentre io le faccio ma spendendo meno. O almeno ci provo, e devo dire che ho un tasso di successo abbastanza alto, se non fosse per quella volta a Istanbul in cui mi ero fatta un po’ troppo prendere da questa cosa del poter contrattare ed è finita che il turco di turno che provava a vendermi lo zafferano ha iniziato a rincorrermi per il Grand Bazar urlandomi dietro “Taccagnos! Taccagnos!”. Scene epiche.

E vabbeh, tornando a New York qui la filosofia del risparmiare senza rinunciare è un must, altrimenti qua non si arriva a fine mese. E allora bisogna ingegnarsi e trovarlo questo modo di risparmiare, e iniziando a conoscerla un po’ qualche segreto da condividere l’ho collezionato.

Oggi voglio partire con uno di questi, che è il Rockefeller Center.
Il Rockefeller Center è uno dei tre grattacieli a New York che ha l’observation deck, ovvero la terrazza panoramica. Gli altri sono l’Empire State Building e la Freedom Tower, ma questo li batte 1000 a zero. Salirci costa 30 dollari, a meno che non facciate la furbata, ovvero quello che sto per suggerirvi: entrate dentro al Rockefeller dall’entrata principale e dite che dovete andare al SixtyFive. Vi manderanno a prendere un ascensore che in 30 secondi vi spara al bar del 65esimo piano, ovvero solo 2 piani sotto al famoso Top of the Rock e il tutto per un grazie. Ovvio, se poi prendete un drink i 30 dollari glieli ridate con gli interessi, ma se volete fare la cafonata come me andate al bar per chiedere un bicchiere di tap water (acqua dalla cannella come si dice da noi, ‘na cafonata unica), e se avete bisogno sfruttate anche il bagno. Tiè. In cambio vedi una New York enorme, estesa fino a dove l’occhio si perde. Ne segui la sagoma per tutta Downtown, laggiù dove la torcia della Statua della Libertà sembra un fiammifero lontano. A nord la distesa verde di Central Park perfettamente racchiusa in un rettangolo, e poi su Harlem poi il Bronx, a destra il Queens e sotto Brooklyn con tutti i suoi ponti e tutte le sue luci. E niente, è uno spettacolo, a qualsiasi ora tu ci vada è sempre uno spettacolo, sicuramente una delle cose più belle di questa città.

Andateci, ve ne prego. Se non volete fare la cafonata vi perdono, i 30 dollari sono comunque spesi bene. Ma fate una cosa: salite un’ora prima del tramonto e rimanete su finché l’ultimo raggio di sole sparisce. Vedrete nel giro di due ore tre New York diverse: di giorno, al tramonto e al buio.
E fidatevi di me, non vorrete più scendere.

#everywhereisgaia

img_8785

FullSizeRender 21IMG_8824
IMG_8843IMG_8815img_8870img_8816img_8840img_8869img_8870img_8875img_8888

DCIM101GOPROGOPR3577.

DCIM101GOPROGOPR3577.

DCIM101GOPROGOPR3571.

DCIM101GOPROGOPR3571.

DCIM101GOPROGOPR3555.

DCIM101GOPROGOPR3555.